Aurum Fine Art Society, con sede a Reggio Emilia e Venezia, si occupa principalmente di transazioni di importanti opere d’arte contemporanea e di antiquariato, di perizie e stime di patrimoni artistici privati, senza trascurare la ricerca e lo studio nel campo della storia dell’arte e delle arti applicate.

    Nasce nel 2010 dalla profonda passione e conoscenza dell'arte veneta, colta in ogni sua sfaccettatura, dalla pittura alla scultura, dall'ebanisteria all'arte della lacca.

    Ne è la fondatrice Clara Santini, storica dell'arte.

    A partire dal 1991 sono numerosi i suoi interventi su riviste specialistiche, aventi per oggetto la pittura medievale veneziana e veneta in generale.

    Grazie alle prime esperienze lavorative, dalle collaborazioni scientifiche con i Civici Musei di Pordenone (1993-1994) e Reggio Emilia (1999-2000), ai numerosi contratti con le Soprintendenze di Modena, Reggio Emilia, Bologna e col Centro Regionale di Catalogazione e Restauro dei Beni Culturali Villa Manin di Passariano (dal 1994 al 2000), comincia ad operare anche nell’ampio ed ancora mal esplorato settore delle cosiddette “arti decorative”.

    È da questa esperienza che trae origine la ponderosa collana dei Mille Mobili Veneti, complessa opera in tre volumi, edita fra il 1999 ed il 2002, che prende in analisi l'evoluzione del mobile veneto, provincia per provincia, dal XV al XIX secolo e, a seguire, nel 2003, Le Lacche dei Veneziani. Oggetti d’uso quotidiano nella Venezia del Settecento, testo di approfondimento di quella che è considerata come la massima espressione artistica raggiunta in Veneto nel campo dell’ebanisteria, la lacca appunto.

    Negli anni successivi continua lo studio di queste tematiche in una serie di saggi, da  L’oro di Venezia. Arredi da parata veneziani del ‘700 (2005), a  L'amore in miniatura. Un servizio da toeletta piemontese del '700 in “lacca contrafacta” (2012), da Il Cassettone Pignatti Morano di Custoza e le gout chinois negli arredi veneziani laccati del XVIII secolo (2015) alle Lacche veneziane del Settecento. Una collezione (2016), catalogo della mostra tenutasi in palazzo Zuckermann a Padova in collaborazione con D. Banzato.

    E' del 2017 The Atomic Bomb on Canvas. Edmondo Bacci e lo Spazialismo veneziano, saggio che pone l'accento su di un altro, primario settore d'interesse di Clara Santini, quello dell'arte moderna e contemporanea, in  una visione non parziale, ma globale del mondo dell'arte, colto in un'ottica di armonico sviluppo e sintesi storica.

     

    AURUM FINE ART SOCIETY è iscritta alla FIMA (Federazione Italiana Mercanti d’Arte) e come tale è aderente alla CINOA (Confederation Internationale des Negociantes en Oeuvres d'Art) ed alla Associazione Antiquari Modenesi.
    La dott.sa Clara Santini è iscritta al ruolo di periti esperti della CCIAA di Reggio Emilia